Poetica degli Affetti

 

 

ALLA MIA MAMMA

 

Con un tiepido e brillante raggio di sole, sei nata in una fredda mattina di Dicembre.

Il tuo coraggio nell’affrontare la vita sconvolgeva le menti di chi ti stava accanto, lasciandoli nell’incredulità, coinvolgendoli senza che se ne rendessero conto.

Radiosa, dolcissima, eterna bambina, riuscivi a fermare il tempo intorno a te.

Un quadro dipinto dal Tiziano con i colori più caldi che il suo cuore avesse mai potuto creare, questa era per me la tua immagine.

Invecchiando non hai perso quella radiosità che dal tuo volto si espandeva morbida, carezzevole, accogliente, fragile e forte come le esili guglie che sfidano le ere conservando sempre armoniosità e finezza.

Tu eri il tutto! Eri, un passato aspro fuoriesce dalla mia penna, arrogante si è imposto alla volontà di chi ti vuol bene, lasciandomi sola, quando sapevo di avere tutto.

Rapidamente come una dolce fiaba si è chiuso il libro della tua vita.

Per me troppo rapidamente!

Ed in una fredda mattina di Dicembre, un tiepido raggio di sole ti ha portato via con se.

Un ultimo, tenero abbraccio

  Tua figlia Anna Grazia

                                                                                                                                                              14/12/1994

                                                                                                     

Visite: 26873