Poetica del Buonumore

Alla promessa di matrimonio
 

<< Larga è la foglia, stretta è la via
questa è la storia di Vincenzo e Maria.

Due baldi giovani innamorati
che presto dal prete saran maritati.

Mio caro Vincenzo hai tu pensato
a quanto ti costa l’esser sposato?

Se in vino veritas e qui Bacco aspetta,
lo maritarsi è una vera disdetta.

Le dolci forme che son qui presenti
rendon noi uomini dei gran deficienti,

con caldi baci e dolci moine
e presto al dito abbiam le fedine,
e di tutto quello che un dì eravamo
ne resta solo un vago richiamo.

Armadi pieni di borse e vestiti,
scarpe col tacco, chanel e sabot,

rimmel, ombretti, matite e profumi
maschere e creme viste agli ‘spot’.
Riso integrale, pane pesato,
petto di pollo appena grigliato.
Dei lauti pranzi prima del ’si’
solo da mamma … il giovedì!

Caro figliuolo tutto ti ho detto
vuoi essere ancora lo sposo perfetto?

In questo caso lesto mi arrendo,
così mi adeguo, ma non comprendo!

Bando agli scherzi, Vincenzo caro
oggi ti porgo il mio dono più raro,

come una favola con principi e dame,
io benedico il vostro eterno legame.

E..larga è la foglia, lunga è la via..
dite la vostra che io ho già detto la mia! >>

Anna Grazia Zurlo

Visite: 26867