Poetica degli Affetti

(Opera di Alberto Pancorbo)

Fratelli

Generati dallo stesso seme e partoriti dallo stesso grembo si cresce fratelli….

Insieme si vivono i momenti più felici dell’infanzia ed ognuno conosce dell’altro i segreti mai confessati a chi li ha generati.

Custoditi dai caldi abbracci di chi gli vuol bene, i fratelli spiccano il volo verso ciò che la vita a loro riserva.

Pian piano però quel cordone che li lega si spezza, inesorabilmente scompaiono gli abbracci sinceri e quella complicità palpabile solo con gli sguardi, che ora si abbassano verso il suolo.

Un “ciao” mormorato tra i denti ora sostituisce quello che c’era un tempo, ed un cupo dolore riempie il cuore di colui che dalla vita non è stato cambiato e con un senso di impotenza accetta che i fratelli diventino conoscenti…

E di tutto quello che era, resta solo il ricordo di un rifugio lontano.

 

Anna Grazia Zurlo

                                                                                             04/13/2003

 

Visite: 26853