Poetica del Commento

(Opera di Sara Lovari: "Vecchia macchina da scrivere")

Il Concorso

Anna era una giovane donna con un temperamento artistico tutto suo.

Le piaceva, disegnare, scrivere, spiegare i suoi sentimenti.

Voleva partecipare a quel concorso, non per apparire su di un giornale ma per una
specie di gara con se stessa.

Avrebbe voluto scrivere in quelle quindici righe qualcosa di accattivante o di sbalorditivo, ma si convinse che in tanti più bravi e colti di lei avrebbero fatto altrettanto.

Allora di getto, senza preoccuparsi di adoperare un periodare perfetto decise di raccontare le emozioni del momento, i dubbi, il timore della critica.

Sentimenti comuni, niente di sbalorditivo ma senz’altro umani!

Così scrisse di Anna e mentre la penna scorreva veloce, il timore diminuiva.

Aveva capito che era lei il primo critico di se stessa, il più severo, quello che non s’imbroglia con belle frasi…..e la paura svanì.

 

Anna Grazia Zurlo

15/10/1990

Visite: 34178