Poetica degli Affetti
 

                       (Foto dal Web)           

      Il litigio

Vedo il cielo che pian piano
prende il colore del pantano,

quando in mezzo alla tempesta
il vento ulula e la pioggia pesta.

E son fiumi di parole
che da dentro escon sole

Son talvolta cattive e taglienti
da sembrare lame lucenti
e la lingua si tramuta
tal di vipera alla muta.

E la voce alza il tono
suona forte come un tuono

come in  mezzo ad un ciclone tutto gira
e si scompone.

Poi il silenzio è portatore
di quel po’ di commozione

Che riflettere ci fa:

in amore già si sa
c’è chi prende

c’è chi dà.

Se si segue sempre il cuore
non vi è alcun vincitore

ed è giusto sia così

come dopo il temporale
la pioggia cessa

ed il vento cade.

Anna Grazia Zurlo

19/06/1988

Visite: 34184