Poetica del Buonumore

(Immagine dal Web)

L’INDECISO

Io indeciso? Ma che dici!
Faccio presto a far radici…
Quando entro in un negozio,
butto giù il padron dall’ozio!

Prima scelgo un maglioncino
di colore sul rubino,

ma poi penso me tapino
con che cosa lo combino?

Così punto il mio ditino
segnalandolo a puntino

quell’allegro maglioncino,
ma mi accorgo con ragguaglio
di sembrare un po’ un bersaglio!

Quello sì, mi piace assai!

Il colore celestino
già si lega col corpino

che ho comprato l’anno scorso
con quel buono di rimborso
quando c’era quel ribasso…
Se ci penso….che collasso!

Ho deciso, prendo questo!
Così parlo col commesso

per convincerlo che tonto
se non fa un po’ di sconto!

Quello chiama il proprietario
che mi porta giù il prezziario,

sussurrandomi all’orecchio
che già questo … E' IL PREZZO VECCHIO!

Ma rimango un po’ indeciso e rigiro quel pacchetto,
poi poggiando sul petto

vedo un po’ se è d’effetto;

ma non son molto convinto e
tirando su col naso

penso se sia proprio il caso
che mi accolli questo peso!
E così col capo basso
sussurrando un po’ di scuse
dico a quello….’Poi ripasso!’

Esco fuori dal negozio
e riguardo la vetrina,

vedo lì in bella mostra una buffa cravattina.

Faccio un passo per rientrare,
ma poi ecco nuovamente

quel pensiero ricorrente:
‘Mi sta bene…oppure no?!’

Così guardo la vetrina
e me ne vado via in ‘SORDINA’!

 Anna Grazia Zurlo

03/04/1989

Visite: 34150