Poetica del Commento

 

( Paul Delvaux ' Le Miroir' )

 

Le amo tutte

 

Le amo tutte…

piccole e discrete come rivoli alla foce di un fiume

oppure calanchi segnati da fiotti violenti d’ impetuose

burrasche.

 

Le amo tutte perché sono quei ricordi che non voglio

dimenticare, quelli vissuti con l’intensità di un momento

scolpito nella roccia.

 

Al loro cospetto non abbasso lo sguardo, perché dovrei…

 

Anzi con occhio languido, le scruto e le ammiro

poiché le ho vissute fino in fondo, attimo dopo attimo,

col gorgoglìo festoso e lucente del torrentello di montagna,

e della sua allegria mi son nutrita nell’echeggiare di

squillanti risate.

 

Ed ora, nel dondolio dell’acqua, in questa piccola pozza mi

specchio, anche se s’increspa al piangere del cielo che ne

deforma i contorni con lacrime impietose.

 

Ma non abbasso lo sguardo, perché dovrei!

 

Anche di lor mi son nutrita, oasi e rifugio dalle insulse

bufere della vita.

 

Vi amo tutte senza escluderne alcuna...

giacché dei vostri segni, se sorrido ancor di più il mio cuor ride

e se mi cruccio per niente,

oggi, il mio cuor sorride scanzonato nel ricordo.

 

Anna Grazia Zurlo

20/06/2017

Visite: 30532