Poetica del Commento

 

(immagine dal Web)

 

NON VEDO... NON SENTO... E NON PARLO!

La mia è solo una riflessione!


 

Il problema non è chi legge “chi” o chi legge “ cosa”,

il problema è chi “LEGGE”!
 

Forse non legge nemmeno chi ama scrivere,

che a sua volta nutre una vana

speranza di essere letto.

 

Scrivono poeti affranti,

angosciati dalla vita

con qualche flebile sprazzo di vittoria,

scrivono politici e politicanti,

scrivono critici e criticati.
 

Si scrivono e si pubblicano libri…

ma per chi e soprattutto perché!
 

Forse per poter dire:”ci sono anch’io”,

ma a che serve se nessuno li legge?
 

Pagine e pagine di vero inchiostro

ed inchiostro virtuale

costipate di pensieri

che nessuno leggerà mai,

soprattutto se superano

la lunghezza di quattro righe!
 

Cultura, passione, scoperte, bravura…

nel tritacarne del niente!

 

Eppure lo stimolo è forte!

Scrivere… scrivere… scrivere…
 

Si urla, si sussurra, s’apostrofa, si chiede,

si sentenzia con perle di saggezza…

ma non ci si ferma ad ascoltare!
 

Tanti monologhi su diversi palchi,

tanta luce negli occhi ma il buio in sala.
 

Sordo è chi parla e sordo è chi ascolta!
 

Una platea che immobile

come manichini assiste

e come burattini, mossa da fili,

con passo zoppo va.
 

Ed io che scrivo,

sono sul palco ed in platea

ed intorno a me…

la solitudine del nulla.

 

Anna Grazia Zurlo

21/07/2018

 

Visite: 31858