Poetica del Buonumore
 


(Opera dal Web)
 

QUANDO DIO CREO' L'AMORE

Quando Dio creò l'amore... io non c'ero!
Ma se ci fossi stata forse due cosette gliele avrei dette...

Tu che col fiato benedetto
infondi vita nella molle e grigia argilla,
riserva solo il buono dell'amore
a chi ne vive fervida scintilla
e se per giustificare la bilancia
il male proprio ci deve esser...
conservalo per quelli che l'amore
non sanno manco cosa sia
tanto son gonfi di misantropia!

E mo' che siamo entrati in confidenza
quando modellerai anche i poeti,
'na cosarella giusto a perfezione ti voglio ricordar...
Insieme all'animo sensibile nell'affrontar la vita,
impasta anche un po' di leggiadria
così che possano cantar la gioia
e la speranza con somma maestria
che la tristezza, che pur fa poesia,
gli tarpa l'ali ed è cagion assai di tanti mali.

Poi quando arriverai alla stirpe mia,
non perderci altro tempo
che già mi basta 'na briciola d'amore
a farmi palpitare il cuore!

E Lui a me...

Vedrò che posso fare... oh... figlia mia!
False promesse non ti voglio fare,
ma per non farti andare a mani vuote
dall'ultimo lavoro m'è avanzata
giusto a proposito un poco d'allegria...
per mo' pigliati questa... e così sia!

Anna Grazia Zurlo

15/11/2018

Visite: 35849